La sostenibilità ecologica

Un comportamento rispettoso dell'ambiente nell’attività e nella costruzione

 

Viaggiare provoca un consumo di risorse e da sempre la Reka ha cercato di limitarlo. La scelta della posizione geografica dei villaggi turistici Reka, già in passato, avveniva in modo da poterli raggiungere facilmente con i mezzi pubblici. Oppure evitò in modo consapevole di offrire dei voli, limitandosi al famoso raggio d’azione Reka attorno alla Svizzera.

I risparmi più significativi nel consumo di risorse naturali per gli operatori di strutture ricettive sono quelli nei settori della costruzione e dell'energia costruzione e dell'energia. Reka si è posta qui degli obiettivi molto concreti. Si vogliono costruire le nuove strutture secondo le norme d’efficienza energetica della SIA, obiettivo raggiunto con le due strutture Urnäsch e Disentis costruite con lo standard Minergie.  Dopo la ristrutturazione, anche i villaggi turistici di Bergün, Montfaucon e Hasliberg utilizzano pellet o trucioli di legno al posto della nafta per il riscaldamento. Nelle altre strutture ricettive l’intenzione è di diminuire i consumi energetici del 30 % entro il 2021 e di ridurre del 70 % l’apporto proveniente da fonti energetiche fossili e non rinnovabili.
 
Ecosostenibile è naturalmente anche il villaggio turistico Reka di Blatten-Belalp inaugurato nel 2014 e realizzato insieme al Comune di Naters. Il concetto energetico integrato di questo complesso ricettivo è un esempio concreto di attuazione della Strategia energetica 2050 della Confederazione. Il progetto è stato sostenuto dall’UFE, che ne ha riconosciuta l’importanza come progetto faro.  Pannelli solari ibridi, un collettore di energia geotermica, pompe di calore e il recupero di calore dalle acque reflue garantiscono al villaggio un approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili. L’energia solare accumulata in estate è stoccata sotto forma di energia termica nel sottosuolo e viene poi riutilizzata in inverno attraverso le pompe di calore. È la prima volta che questa tecnologia viene impiegata in una struttura di simili dimensioni e complessità nello spazio alpino. Il villaggio turistico è quasi autosufficiente in termini energetici: il 100 % dell’energia termica e il 70 % dell’energia elettrica consumata sono autoprodotti.

Il villaggio turistico di Blatten-Belalp è parte della strategia energetica e di sviluppo sostenibile della Reka.